La tendinopatia della zampa d’oca è un’infiammazione che provoca un dolore caratteristico di tipo bruciante nella faccia antero-mediale del ginocchio, più in basso rispetto alla rotula, evocabile anche al tatto.

 

CENNI ANATOMICI

Con il termine zampa d’oca ci si riferisce all’inserzione dei muscoli sartorio, gracile e semitendinoso, ovvero alla parte terminale dei tendini, che si inseriscono sulla porzione superiore della faccia antero-mediale della tibia, assumendo una forma caratteristica che ricorda appunto quella della zampa di un’oca.

Data la loro inserzione comune sulla tibia, questi tre i muscoli flettono e intraruotano la gamba sulla coscia, oltre ad avere una funzione stabilizzatrice per l’articolazione del ginocchio.

 

CENNI PATOLOGICI

Nella maggior parte dei casi, è dovuta a sovraccarico funzionale, quindi a microtraumi ripetuti nel tempo, soprattutto legati ad attività come corsa, bici e step.

I fattori predisponenti alla tendinopatia della zampa d’oca sono:

valgismo di ginocchia: determina una messa in tensione delle strutture mediali del ginocchio e quindi un continuo stress;

sesso femminile: c’è una probabilità maggiore di infiammazione perchè è più marcato il valgismo di ginocchia;

piede piatto: se associato a ginocchio valgo, accentua la problematica;

sovrappeso: determina sovraccarico sulle ginocchia;

contratture e/o ipotonotrofia del quadricipite: essendo il principale muscolo che stabilizza il ginocchio, insieme agli altri muscoli della coscia, se non è in condizione ottimale favorisce il sovraccarico funzionale sul ginocchio e sulle strutture vicine;

artrosi: la riduzione e l’alterazione del movimento provocano uno stress alle strutture periarticolari;

 

TRATTAMENTO

Come in ogni tipo di tendinopatia, per guarire da una infiammazione alla zampa d’oca è necessario osservare un periodo di riposo dall’attività fisica e applicare più volte al giorno la borsa del ghiaccio (10-15 min a seduta); può aiutare l’applicazione di pomate/gel ad azione antiinfiammatoria.

In fisioterapia sono indicate terapie fisiche quali Laser, S.I.T., e tecar in una condizione acuta, Ipertermia e SIN in una condizione cronica. Si può integrare il piano di trattamento aintiinfiammatorio con dei massaggi di scarico alla muscolatura della coscia e/o con esercizi personalizzati di stretching per allentare l’eventuale tensione muscolare.

Per poter risolvere alla radice il problema è necessario identificare da dove ha avuto origine e andare ad agire sulle cause per prevenire la ricomparsa del disturbo infiammatorio: sono particolarmente indicati una analisi posturale, un lavoro sul potenziamento degli arti inferiori (elettrostimolazione di rinforzo abbinata a kinesiterapia) ed eventualmente una analisi baropodometrica.

 

Redatto da Caterina Organte

 

11 thoughts on “TENDINOPATIA  DELLA ZAMPA D’OCA

  1. E’ un dolore urente, associato a debolezza muscolare. La notte si deve trovare la posizione della gamba più opportuna per poter riposare.

  2. Buongiorno, io ho tendinite da zampa d’oca. Possono eventualmente alleviare il dolore anche gli elastici Tepe? ho messo Voltaren gel ma e’ servito a pochissimo, sto’ andando da osteopata, il quale mi ha detto che ho ginocchia valghe, e ho caricato il peso su ginocchio sx.
    Poi, ho problemi anca dx , stessa gamba stesso ginocchio…
    potrebbe’ servire un infiltrazione di acido ialuronico?

    1. la tendinite della zampa d’oca può essere dovuta a una contrattura della muscolatura femorale della gamba e il Kinesio Tape può essere usato con quell’obiettivo sul muscolo (ma non sulla inserzione).
      Penso che la soluzione vada cercata invece sulla postura e quindi fare una analisi baropodometrica (per identificare un appoggio plantare non completamente corretto che scatenerebbe degli scompensi ascendenti, piede, ginocchio, muscolatura coscia, anca) e una gait analisys (per controllare la biomeccanica del movimento nel passo e nella corsa); probabilmente una concausa potrebbe essere anche una poca elasticità muscolare.

      L’infiltrazione potrebbe risolvere l’infiammazione (ma non è sufficiente), ma non la causa.

      In alternativa sono utili Laser di potenza e SIT (ex ionoforesi) per far assorbire in loco una sostanza antinfiammatoria.

      Questo tutto in teoria. La cosa migliore sarebbe una valutazione oggettiva, e sono disponibile gratuitamente per un incontro.
      Può prendere appuntamento allo 0498561531 (Roberto Rossi)

    2. Stesso problema anch’io. Ho fatto ciclo di acido ialuronico ma ho peggiorato notevolmente. Non so più cosa fare.

  3. Ho avuto uno strappo alzando 6 bottiglie d’acqua da 2lt il 24 aprile 22, dopo tante visite e più di due mesi la notizia è stata “infiammazione alla zampa d’oca”. Non posso prendere antinfiammatori perchè trattata con anticoagulanti per carenza antitrombina III. Riposo e ghiaccio ovviamente sono serviti a poco. Faccio applicazioni di argilla verde 2 volte al dì. Porto un tutore con rinforzi laterali. Siamo alla fine di luglio e tutt’ora ho dolore, a volte anche a riposo. Possibile non ci sia altro per me? Non posso fare infiltrazioni per l’anticoagulante. Grazie per la risposta

    1. Buongiorno, la tendinite alla zampa d’oca evidenzia molte volte uno squilibrio muscolare. Inizialmente si tende a gestire il quadro infiammatorio e poi intervenire con una analisi posturale/muscolare. Suggerirei di intraprendere questa strada. Se vuole siamo disponibili con una valutazione gratuita iniziale per determinare quali esami tecnici più specifici possono essere indicati.

  4. Salve, Dottore, grazie per l’articolo. Io sono un 40enne operato di ricostruzione combinata LCA-LCP con tendini da donatore, operazione fatta diversi anni fa a seguito di un violento trauma in una partitella amatoriale di calcio. Sono tornato a fare tutto nella vita quotidiana, senza particolari problemi (faccio anche il cameriere extra e, per un servizio, sto in piedi anche 10 ore), tuttavia non ho avuto piu il coraggio di tornare a fare sport a rischio, dedicandomi solo a bici e nuoto.
    Tuttavia, in alcuni movimenti di torsione, (ad esempio quando faccio un po’ di nuoto a rana), mi compare un dolore a livello della zampa d’oca, che si puo protrarre anche per qualche giorno. Eppure il ginocchio è stabile. La muscolatura purtroppo, nonostante il mio impegno, non è mai tornata a livello della gamba non operata

    1. Buongiorno, quanto riporta da già delle risposte e pertanto suggerisco una valutazione posturale/biomeccanica approfondita per capire la causa dell’infiammazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *