La Gait Analysis e la Running Analysis, oltre ad essere utilizzate in ambito sportivo, si rivelano particolarmente utili all’interno di progetti riabilitativi più ampi.

 

La gait analysis è utile in tutte quelle patologie del sistema nervoso, centrale e periferico, che si caratterizzano per l’alterazione del cammino perché offre informazioni estremamente interessanti per orientare il trattamento farmacologico e riabilitativo e per monitorare e oggettivare l’eventuale, e auspicato, miglioramento della malattia.

 

 

 

 

 

La running analysis è importante perché oggi sempre più persone corrono in modo amatoriale, e iniziano a correre anche oltre i 40 anni e se il gesto non è corretto sono a rischio le articolazioni. In ambito professionistico la corsa è presente in molti sport. Parlando di calcio, dobbiamo considerare che un calciatore durante una partita di 90 minuti calcia la palla soltanto per 5 minuti circa, per il resto del tempo corre.

 

 

Nella corsa entrano in gioco le forze esplosive, quelle frenanti, il pelvic tilt, la running economy, l’inclinazione del busto, il dispendio energetico, ecc. Durante la fase di appoggio possono essere generate forze di reazione a terra di oltre 3 volte il peso corporeo. Particolare attenzione è stata posta sul carico massimo sulle articolazioni del ginocchio e dell’anca durante l’appoggio.

L’analisi della corsa è molto importante per la pianificazione di interventi riabilitativi atti a prevenire infortuni, nel processo di riatletizzazione post intervento e nello screaning pre campionato o pre stagione di gara.

 

Il test è strutturato in due valutazioni, una di camminata (a 3-5km/h) e una di corsa (a 9-12km/h). Ogni rilevazione dura 60 secondi.

 

Contattaci per prenotare una Gait Analysis

accetto il trattamento dei dati secondo la Policy Privacy